La Pieve

 

Riflessione sulla Pasqua (dagli scritti di Paolo Curtaz)

Pietro e Giovanni corrono nel silenzio della città ancora immersa nel sonno. I mercanti tirano fuori le mercanzie per la giornata dopo il sabato di riposo. Corrono, ancora, il fiato manca, la tunica impaccia la corsa. Pietro, meno giovane, si attarda; scendono rapidamente oltre la cava. I soldati romani di guardia sono spariti, la tomba di Giuseppe di Arimatea è aperta, la pesante pietra che ne bloccava l'ingresso ribaltata.
Giovanni aspetta, le tempie pulsano, ansima.
Arriva Pietro. Giovanni lo guarda lungamente, poi abbassano la testa ed entrano. Nulla. Gesù è scomparso.
Tutto è iniziato da quella corsa.
Quella tomba vuota, ultimo drammatico regalo fatto a Gesù da parte del discepolo Giuseppe di Arimatea, ricco e potente, che non aveva potuto salvare dalla morte il suo Maestro, è rimasta lì, vuota, a Gerusalemme, muta testimone della resurrezione.
La tomba è ancora lì: vi hanno costruito sopra un'immensa basilica, è stata oggetto di pellegrinaggio per un millennio e mezzo, tentarono di distruggerla, pezzo per pezzo, a causa della furia di un sultano che - evidentemente - non conosceva il Corano.
Ora è ricoperta di marmi, la tomba, divisa e contesa tra mille confessioni cristiane che ne rivendicano la proprietà.
Poco importa.
È lì, quella tomba, esattamente lì dove la trovarono Pietro e Giovanni.
Ed è ancora vuota.

Perché Gesù è vivo. E’ Risorto!

Per informazioni

Per maggiori informazioni contattare la Parrocchia.

Pieve di S.Pietro a Iolo
Piazza della Pieve, 3 - Iolo
59100 Prato (PO)
Tel: 0574 620088

Parroco: Don Giancarlo Innocenti
Viceparroco: Don Justin Dominic

Siti consigliati